Comunicazioni

Comunicazioni (69)

La locuzione mezzo di comunicazione di massa fu coniata, insieme all'espressione «comunicazione di massa», nella prima metà del XX secolo in ambito anglosassone. Secondo la definizione che ne dà McQuail, i media di massa sono mezzi progettati per mettere in atto forme di comunicazione «aperte, a distanza, con tante persone in un breve lasso di tempo».

In altre parole, la comunicazione di massa (quella classe dei fenomeni comunicativi che si basa sull'uso dei media) è costituita da organizzazioni complesse che hanno lo scopo di «produrre e diffondere messaggi indirizzati a pubblici molto ampi e inclusivi, comprendenti settori estremamente differenziati della popolazione».

Per più di quattro secoli, l'unico vero medium di massa è stata la «parola stampata», grazie all'invenzione della stampa a caratteri mobili di Gutenberg (1456). Agli inizi del XIX secolo, lo sviluppo delle ferrovie, insieme ai progressi nella distribuzione delle reti elettriche, crearono le condizioni per la nascita del secondo mezzo di comunicazione di massa, un vero e proprio salto qualitativo nel mondo delle comunicazioni: il telegrafo. Seguiranno, con un crescendo sempre più rapido, il telefono, la radio e la televisione. La nascita e l'apertura in senso commerciale delle reti telematiche, e in particolare l'avvento di Internet, costituiscono al momento la tappa più recente di questo percorso. In virtù dei tratti peculiari che mostrano (peraltro non tutti in antitesi rispetto ai cosiddetti «media tradizionali»), ci si riferisce ai dispositivi basati sulle nuove tecnologie di comunicazione in rete con l'espressione nuovi media.

Pubblicato in: Comunicazioni

Dalle ore 8:00 del 16 gennaio
alle ore 20:00 del 6 febbraio 2017

sono aperte le iscrizioni 
alle classi prime delle scuole primarie 
e secondarie di primo e di secondo grado.

 

Clicca qui 

Pubblicato in: Comunicazioni

 

 

Il Sindaco di Bitonto, Michele Abbaticchio, ha disposto la “chiusura totale di tutte le scuole di ogni ordine e grado del territorio comunale, pubbliche e private” per le giornate di lunedì 9, martedì 10, mercoledì 11.

Dopo l’ordinanza n.12 (del 7/01/2017) con la quale si disponeva la chiusura dei plessi scolastici di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale nella giornata di lunedì 9 gennaio 2017, a causa delle avverse condizioni metereologiche, dell’ulteriore allerta meteo diramata dalla Protezione Civile della Regione Puglia e dalla Prefettura (prot. N.1100 Prot. Civ.), le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse anche martedì 10 e mercoledì 11 gennaio 2017.
 
 
Si tornerà a scuola giovedì 12 gennaio 2017.
Pubblicato in: Comunicazioni

Prot. n.  2903 /C 32    del 26/09/2016

DECRETO DI  AGGIUDICAZIONE  DEFINITIVO progetto 10.8.1.A3-FESRPON-PU-2015-309 " Evviva il Digitale

 

 

Pubblicato in: Comunicazioni

Prot. n.  2702 /C 32    del 20/09/2016

Bando reclutamento collaudatore per  progetto 10.8.1.A3-FESRPON-PU-2015-309 " Evviva il Digitale” per coll

 

 

Pubblicato in: Comunicazioni

 

Si comunica a tutto il personale docente in servizio dal 01/09/2016  presso l'Istituto Comprensivo "Don Tonino Bello" di Palombaio e Mariotto che

il collegio docenti è convocato il giorno  2 settembre 2016  alle ore 9.00.

Presiede la seduta La Dirigente Scolastico Reggente Prof.ssa Mariapia Matilde GIANNOCCARI.

Pubblicato in: Comunicazioni

L'Istituto Comprensivo ha partecipato al Concorso Nazionale "Le scuole adottano i monumenti della nostra Italia" 

E' stato inserito nell'Atlante Monumenti Adottati www.atlantemonumentiadottati.it sulla mappa Google e si invitano tutti a visionare il video sul sito 

 http://www.atlantemonumentiadottati.it/adozione/i-c-don-tonino-bello-scuola-secondaria-palombaio-mariotti-chiesa-rupestre-della-madonna-delle-grazie-sita-sulla-provinciale-palombaio-bitonto

 

Pubblicato in: Comunicazioni

Il 30 aprile 1986 è stato il giorno in cui per la prima volta l’Italia si è connessa a internet.
Trent’anni dopo, il 29 e il 30 aprile 2016, in tutto il Paese, sono previste manifestazioni, iniziative ed eventi per celebrare l’Internet Day.

In coerenza con le altre iniziative e azioni del Piano nazionale per la scuola digitale, sarebbe un segnale importante se tutti (dirigenti, docenti, alunni, personale ATA, famiglie e altri attori della comunità territoriale) partecipassero attivamente e fossero coinvolti promuovendo, nella giornata del 29 aprile, eventi volti ad approfondire il ruolo di Internet nella società, le opportunità che ha creato e il contributo che continua a dare per la crescita del nostro Paese. Ma, soprattutto, il suo valore formativo ed educativo e le sue potenzialità, nel rispetto di un uso responsabile e consapevole e nello spirito di quell’“educazione nell’era digitale” che ha ispirato proprio il Piano nazionale per la scuola digitale.

Tutte le scuole sono invitate a organizzare attività didattiche e occasioni di discussione legati all'Internet Day, aprendo la propria scuola al territorio, durante le attività scolastiche o extra scolastiche.

Inoltre, le scuole che aderiscono all’“Internet Day”, attraverso l’iscrizione e la proposta degli eventi sul sito http://italianinternetday.it/ , possono partecipare anche al concorso #internetdayatschool.

 

Pagina 5 di 6
Go to top